Nintendo, la dirigenza illustra il futuro di Super Mario


super mario

La Nintendo non se la passa bene. Non se l’è passata l’anno scorso, quando aveva da offrire al pubblico la console più potente di tutto. A maggior ragione non se la passa bene ora che sono scesi in campo i colossi Playstation 4 e Xbox One.

I risultati delle vendite testimoniano il periodo difficile della software-hardware house autrice di Super Mario. Ciononostante, la dirigenza guarda al futuro con ottimismo. Se non altro, è stato redatto un piano di rilancio in grado, secondo Iwata (il presidente) di trasformare Nintendo in qualcosa di più che di una società di videogiochi. Si occuperà infatti di “salute”, anche se non si sa ancora in che termini lo farà.

Nel frattempo, Nintendo sta cercando di attirare a sé il favore degli investitori. In un’incontro con loro la dirigenza ha svelato qualche retroscena.

In particolare, Iwata ha raccontato perché la dirigenza “fatica” a parlare delle specifiche tecniche delle sue console. Vergogna? Strategia per non apparire inferiori alla concorrenza? Macché, l’unico motivo è che la tecnica dura e pura a Nintendo semplicemente non interessa. L’obiettivo è quello di fare giochi che abbiano soprattutto un ottimo gameplay, che offrano quel valore aggiunto che non deriva certamente dal numero dei poligoni o dalla qualità delle texture.

Iwata ha anche raccontato cosa ne sarà di Super Mario. In questi giorni si è parlato della possibilità di concedere la licenza del famoso idraulico italiano. Ebbene, il presidente ha smentito tutto, ribadendo che gli episodi di Super Mario verranno sviluppati sempre e solo da Nintendo. Tutt’al più, altre società potranno sviluppare spin-off ma solo per console Nintendo.



Nessun commento »

Non ci sono ancora commenti.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA
*