Playstation 4: ecco le scelte sbagliate


playstation-4-prezzo

C’è grande attesa intorno alla Playstation 4. Riuscirà il nuovo gioiello della Sony a vincere la console war, a portare una ventata di area fresca in un mercato che sembra aver detto tutto? A primo acchito, nulla è cambiato nel mondo dei videogiochi secondo Sony. La Playstation 4 è una console classica, a differenza della Xbox One, che è praticamente un centro di intrattenimento casalingo. Certo, il nuovo monolite nero potrà vantare una componente social, giusto per esere al passo con i tempi, ma le novità finiscono qui. Così ha voluto Sony.

Su questa scelta, non sentiamo di condannare l’hardware house giapponese, ma su altre sì. Nulla di clamoroso, sia chiaro: semplicemente alcune funzioni o novità potevano essere gestite meglio. Sotto certi aspetti si poteva essere più coraggiosi e non lo si è stato. Ecco i punti in cui Sony poteva fare di più.

Non legge mp3 e audio-cd. Come può essere: la Playstion 4 non supporta file audio? Addirittura la prima Playstation poteva far girare gli audio-cd! Non è un problema di tecnologia, è una tattica commerciale. La Sony offre il servizio Music Unlimite, che è a pagamento, e non ha voluto lasciare alternative free.

Niente voceover. La Playstation 4 consente di filmare spezzoni di partita, e questo è un bene, senza dubbio. Manca però una funzionalità che avrebbe completato il servizio: la possibilità di registrare la voce fuori campo mentre si registrono spezzoni. Se l’idea di base  è offrire l’opportunità di creare video e condividerli sui social, allora è insensato privare l’utente della possibilitò di commentare vocalmente lo spezzone.

Mouse dimezzato. Per la tastiera non ci sono problemi, ma trasformare la Playstation 4 in un pc sarà molto arduo. Installare e utilizzare un mouse sarà molto arduo.

Non più sette. La Sony ha deciso, inspiegabilmente, di eliminare la possibilità di giocare in 7, come accadeva per la Playstation 4. Il limite massimo è ora 4 controller contemporaneamente. Non si conoscono i perché di questa inspiegabile scelta.



Nessun commento »

Non ci sono ancora commenti.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA
*