Xbox 360 presto bandita negli Stati Uniti?


Non è mai accaduto che una consolle venisse bandita ma è quello che potrebbe succedere alla Xbox 360. La Micrisoft questa volta rischia grosso. L’origine di tutto va rintracciata nella tecnologia che la software – hardware house ha impiantato nella sua piattaforma di gioco per decodificare i video. Ebbene, essa apparterrebbe in verità alla Motorola che infatti, ha denunciato la Microsoft. Dopo un processo discretamente lungo, il giudice ha decretato che la società creatrice dell’ Xbox si è resa colpevole di furto e che dunque dovrà pagare. La pena è esemplare: ritiro delle consolle dal mercato e pagamento di una multa stratosferica, equivalente al 7% delle copie invendute dei prototipi incriminati.

Questa notizia farà felici i possessori – e i fan dunque – di Playstation 3 e Wii, perché sancirebbe la scomparsa di un potente rivale e l’alleggerimento della concorrenza. Dal canto suo, la Microsoft si è difesa dicendo che, casomai il ban dovesse aver luogo, si tratterebbe di una limitazione della libertà degli utenti: questi ultimi si troverebbero a scegliere tra due sole alternative (Ps3 e Wii). Il giudice ha prontamente risposto che sia la Sony sia la Nintendo hanno possibilità – insieme ma anche da soli – di sopperire al vuoto eventualmente lasciato dall’Xbox 360.

Niente è stato sancito in maniera definitiva. Il giudice ha emesso un ‘parere’ ma ora la parola passa all’International Trade Commission. Nel caso quest’ultima decidesse di accogliere la sentenza del giudice, allora la parola passerebbe a Barack Obama, che avrebbe 30 giorni di tempo per decidere ed emettere il verdetto definitivo. Anche allora, però, la Microsoft potrebbe rivolgersi alla Corte d’Appello.



Nessun commento »

Non ci sono ancora commenti.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA
*