Scandalo Playstation Network: attivo in pochi giorni


Lo scandalo che ha colpito Sony ed in particolare Playstation ha sconvolto tutto il mercato e gli utenti affezionati alla console giapponese, per i meno informati, ignari ancora del tutto di quello che è accaduto, raccontiamo in breve la vicenda che ha coinvolto il mondo dei videogiocatori della rete live.

È stato scoperto dagli informatici Playstation che alcuni pirati informatici erano riusciti a penetrare nel sistema di sicurezza dati del network Playstation, riuscendo a copiare informazioni personali e numeri di carte di credito di milioni di utenti, ossia la possibilità di clonare tutte le carte e causare milioni di euro di danni in giro per i vari circuiti telematici.

Questo è un gravissimo danno per Sony che potrebbe ricevere nei prossimi giorni una richiesta di risarcimento da parte di una organizzazione che fa capo a tutti i videogiocatori plagiati ed eventualmente derubati con la violazione del database subita.

Inutile dire che la casa giapponese non ha nessuna intenzione di risarcire senza reali prove di truffa subita per causa di Sony, la quale assicura che il tentantivo di penetrare nel databese è si riuscito, ma è stata solo una dimostrazione di forza da parte di questi hacker.

Si dice che siano stati sventati i primi tentativi di clonazione, infatti alcuni giorni fa qualcuno avrebbe tentato di pagare con carta di credito segnata dopo l’accaduto ed è stato prontamente segnalato e fermato.

Questo rasserena l’animo dei giocatori di tutto il mondo che in questi giorni sono in panico per le loro finanze, risultano infatti bloccate o addirittura sostituite migliaia di carte di credito, evidando così ogni dubbio.

Sony assicura intanto, che la rete verrà ripristinata in pochi giorni, l’attività live verrà quindi ripresa a breve ristabilendo la quiete dopo questa tempesta che a differenza di altre volte sembra essersi placata, complice forse la fiducia degli utenti nelle parole di Sony che assicura che la rete Playstation Network è sicura adesso.

Playstation ha lanciato intanto l’opzione Welcome back, ossia il regalo di un mese gratuito ai videogiocatori abbonati, che rimarranno fedeli alla casa asiatica anche quando sarà ripristinata la rete.

Sembra questa una mossa scontata e banale, se si pensa al danno potenziale che questo furto di dati potrebbe arrecare agli utenti, comunque ognuno è libero di scegliere se confermare la propria stima a Playstation sul settore live o affidarsi alla concorrenza.

Un po di confusione è stata fatta sul web tra gli utenti che avendo appreso la notizia si sono preoccupati smisuratamente anche quando non sussistono le condizioni per esserlo, ricordiamo che questo incidente riguarda solo i giocatori che utilizzano la rete live di Playstation per sfidare via internet i giocatori di tutto il mondo, e per questo possiedono un account di gioco nel quale sono elencate informazioni private come numeri di carte di credito e dati personali, non visualizzabili pubblicamente nell’account giocatore.

Per chi invece non ha un account dati su la sopracitata rete ed utilizza semplicemente la PS3 in modalità offline, ossia senza connessione internet, può assolutamente stare sicuro poichè, non avendo immesso dati di nessun genere, la sua privacy non può essere violata in alcun modo.

La stima dei tempi per la ripresa effettiva delle attività relative alla sezione live non sono ancora chiare, si presume che entro la fine di questa settimana, tutti i settori dai giochi alla musica passando per tutte le altre categorie, verranno ripristinate e potranno essere nuovamente utilizzate.

Per questioni relative al risarcimento del periodo di stop negli abbonamenti al network live di Playstation, non sono stati resi pubblici nuovi dettagli, se non l’annuncio della promozione Welcome back, come già spiegato brevemente in precedenza.



Nessun commento »

Non ci sono ancora commenti.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA
*