Samsung 5 series: primo Chromebook sul mercato


Google svela il primo notebook che implementa il sistema operativo Chrome OS, si tratta della 5 series di Samsung, in vendita negli Stati Uniti e presto anche in Italia, le impressioni che avevamo si sono confermate tali, ossia questa nuova tipologia di terminali è sicuramente brillante nella sua interezza, mostra però alcuni aspetti scomodi che potrebbero essere migliorati.

Partendo nella recensione di questa Serie 5 di Samsung, il primo Chromebook è un gioiello nel design, questo stile opaco dona un senso di pulizia nelle linee del progetto, ottime le dimensioni abbastanza contenute racchiuse in appena 1.45 kg, soglia impensabile per i normali notebook presenti sul mercato.

Lo schermo è un 12.1 pollici SuperBright 300 nit con una risoluzione da 1280×800 pixel, apparso molto brillante ma non a livelli che ci permettono di esaltarne la qualità più di tanto, il resto del case si presenta abbastanza curato in tutti i dettagli, senza lasciar spazio a particolari note positive o negative.

Per la dotazione tecnica ci sarebbe da spiegare tanto ma, senza scendere nei particolari, ci limiteremo a dare le informazioni base che consentono di comprendere il potenziale della macchina e il suo possibile utilizzo in determinati settori.

Il processore è un Intel N570 1.66Ghz Dual Core, molto funzionale e perfetto per questa nuova serie di Samsung, la memoria RAM è una 2 GB DDR3, da cui ci sarebbe aspettati di più ma resta sempre un buon acquisto per il pacchetto prestazioni, memoria interna da 16 GB in formato SSD, per il resto nulla da segnalare.

Queste caratteristiche così limitate potenzialmente rispetto al resto dei notebook della top e mid class è dato dal fatto che Google Chrome OS ovviamente utilizza la filosofia Cloud, che si prefigge l’obiettivo di trasferire i dati che ogni notebook ha in memoria nel disco fisico, su specifici server di Google, protetti dal sistema Trusted Platform Module.

Novità importante è la lunga autonomia che viene garantita da una batteria progettata per 1000 ricariche, che porta la durata complessiva a 8,5 ore al giorno, ossia 365 giorni di utilizzo continuo, un ottimo intervallo di tempo che permette a chi utilizza il notebook per lavoro di coprire la maggior parte della giornata anche solo in mobilità.

Non ci sono particolari ingressi da segnalare, non essendoci memoria interna di massa dedicata allo storage data, quindi questo è uno dei fattori che rende questo Chromebook così leggero, rispetto ai normali notebook sul mercato che arrivano ad avere un peso doppio nella media.

Buona la dotazione software che soddisfa tutti i bisogni base dell’utente riguardanti l’editor dati e fogli di testo o calcolo, senza dimenticare audio e video, che vengono riprodotti in streaming sul web grazie ad una particolare applicazione.

In conclusione questo nuovo ChromeBook Samsung serie 5 è un ottimo terminale che può essere utilizzato sul lavoro o per puro divertimento nel tempo libero, pur non avendo ancora una dotazione hardware di primo piano soddisfa la maggior parte delle richieste che si possono fare ad un notebook di questo tipo.

Fondamentale ricordare che questo Chromebook è praticamente inutile se non viene utilizzato su internet, infatti sarà distribuito in semplice configurazione Wi-Fi, oppure in combinazione con la rete 3G, per dare la scelta agli utenti a seconda del luogo e dell’utilizzo che intendono farne.

Il prezzo è ancora un mistero, molti parlano di una possibile distribuzione in noleggio con canone mensile intorno ai 20 dollari, per il mercato italiano difficile prevedere la stessa linea, sul web infatti il range di prezzo più votato è  quello tra i 250 ed i 450 euro, ma questi rimangono numeri campati in aria fino a quando Samsung non lancerà il prodotto sul mercato, oppure dichiarerà il prezzo di vendita attraverso una fonte ufficiale.



Nessun commento »

Non ci sono ancora commenti.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Lascia un commento

Immagine CAPTCHA
*